ANNO 2021, ECCO GLI UMANOIDI VACCINATI, BEMPENSANTI E DISCIPLINATI


Anno 2021, ecco gli umanoidi vaccinati, bempensanti e disciplinati.

Nessuno di noi sente in maniera chiara di avere un'identità: nazionale, etnica, famigliare, caratteriale, di pensiero ecc. Non conoscere o non percepire la propria vera identità significa essere una cosa pazza e disincantata, un automa, qualcosa che deve assoggettarsi al nuovo. E, in effetti, questa immagine una volta fantascientifica, indica bene la massa di esseri umani che ora vivono nelle democrazie industriali ad alta tecnologia, ma anche nelle dittature mascherate da oligarchie democratiche. La loro unicità non esiste. Non esiste un loro libero pensiero, uno stile, un gusto, esiste solo l'accettabilità degli altri. L'autenticità sta nella loro capacità di obbedire e di correre dietro ai cambiamenti di stile di massa trasmessi attraverso i media. Immersi nel cibo spazzatura, nei media spazzatura e nella politica tecno-tirannica, sono condannati a vite tossiche di scarsa consapevolezza. I disegni sul corpo sono chiazze di furori vari e indicano una, per loro, chiara appartenenza che gli altri non comprendono. In Corea del Sud un padre regala alla figlia neolaureata un intervento correttivo estetico tramite specialisti del bisturi che studiano i miglioramenti con intelligenza artificiale, decidono in questo modo cosa è la bellezza e cosa occorre per l'affermazione di se stessi e per l'accettazione degli altri. Sedati dalla prescrizione quotidiana di lavoro, di televisione, di sport, di magrezza, di palestra, di integratori, sono umanoidi energumeni persi per tutti, tranne che per il consumo. Oggi comincio spesso a pensare alla "morte di necessità" si, morire sarà una necessità perché un uomo mediamente intelligente, avveduto, attento non può comprendere in quale direzione vadano le generazioni successive, i cambiamenti avvengono troppo rapidi. Non parlo di generazioni alla lontana vissute e gestite per secoli, ma quelle tra nonno e nipote. Tutto è così rapido, fluido, che un nonno non riesce a comprendere come e cosa diventerà la sua amata nipotina, che aspetto avrà, come si vestirà, come si truccherà, che carattere avrà, come giocherà, insomma come sarà la beneficiaria o il beneficiario di tanto amore e preferisce non pensarci, non fare previsioni, perché se prova a immaginare un 2040 estraendolo dai sintomi del 2021 percepisce con un minimo di chiarezza quello che non potrà mai comprendere, beh penserà che è meglio andarsene dal pianeta terra, sarà meglio non vedere.